Partner ufficiale di

Camilla Verdacchi

Quando i gatti di Roma avevano lo chef a domicilio…

Si narra che il vero Re di internet sia il gatto, oggetto di amore e di adorazione, protagonista di una marea di post, foto e selfie da parte dei suoi innamoratissimi proprietari.

Ma c’è stato un tempo in cui il gatto, in casa, aveva un ben altro ruolo principale: quello di tenere i topi lontani dall’abitazione.

Per questo motivo, i gatti belli, ma soprattutto quelli bravi nel seguire il loro istinto felino, venivano accolti a braccia aperte nelle case romane, che come ben si sa poggiano su stratificazioni millenarie di questa città, e pertanto sarebbero, se non adeguatamente deratizzate, facile terreno di scorribanda per i roditori.

A fare la felicità di questi felini lavoratori romani ci pensava il Carnacciaro.

Il Carnacciaro era un antico mestiere, che peraltro è stato esercitato a Roma fino ai primi anni ’40 del XX secolo, in concomitanza con lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale.

Questa figura vendeva e distribuiva carnaccia, ovvero frattaglie scartate dalle macellerie, destinata prevalentemente agli animali domestici.

I carnacciari, prima di iniziare il loro giro matutino, lessavano e insaporivano con delle spezie le frattaglie, poi le mettevano nei loro carnieri, girando i quartieri di Roma e distribuendole tagliuzzate.


I carnacciari campavano con le mance dei proprietari degli animali destinatari dei succulenti bocconi.

Si narra che a quel tempo i gatti domestici avessero imparato, alla vista del carnacciaro, a correre a chiamare, miagolando insistentemente, i loro proprietari, in quanto ormai coscienti che il pranzo non sarebbe stato loro ammannito se non in presenza del loro padrone, il cui compito era dar da mangiare a chi li nutriva.

Il carnacciaro in una bella stampa d’epoca di Bartolomeo Pinelli

Oltre a vivere delle mance dei padroni dei gatti, i carnacciari romani vivevano anche della vendita dei gatti stessi: quando per strada notavano un randagio giovane e prestante, lo attiravano con il cibo per poi metterlo in una grande sacca che si portavano appresso, rivendendolo poi alle famiglie in cerca di un valido “collaboratore scaccia-topi”. Prospettiva tutto sommato positiva anche per il gatto stesso, che così passava dal randagismo al cosiddetto “posto sicuro”, ripagato con i canonici tre pasti al giorno.


Il carnacciaro, diversamente da molti altri mestieri ambulanti, non gridava un proprio motto per richiamare l’attenzione, anche perché spesso girava nelle prime ore del mattino, limitandosi a fischiettare al fine di attirare l’attenzione dei gatti.


Lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale vide, assieme alla fine di altri mestieri ambulanti, anche la fine del carnacciaro.


Le carni scarseggiavano, molte macellerie erano state chiuse; la mobilità non era più completamente libera come in tempo di pace…
E così anche i gatti, nel loro piccolo, pagarono il loro amaro tributo al doloroso evento bellico.

Condividi via

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su skype
Condividi su telegram

Roma ti appassiona? Come ti capisco...
Perchè non esplori i tour che ho preparato per Te?

Alcune recensioni di persone che ho avuto il piacere di guidare nei miei tour

Daniela L.
Daniela L.
Il tour che volevo
Leggi Tutto
Il tour del Colosseo, Foro e Palatino che volevo fare da tanto tempo. Camilla è stata una scelta perfetta. Preparata, cordiale, paziente con le mie moltissime domande. La consiglierò ai miei amici. Grazie Camilla!
Fabio T.
Fabio T.
Interessanti le Piazze di Roma
Leggi Tutto
Io e mia moglie abbiamo fatto con Camilla il tour delle Piazze di Roma. Sebbene all'inizio fossi un po' scettico e avessi preso questo tour su suggerimento di mia moglie, devo dire che si è rivelato spettacolare, e che Camilla è stata una guida semplicemente fantastica.
Gianna B.
Gianna B.
Esplorazione del Vaticano da ricordare
Leggi Tutto
Avevo sempre cercato di immaginare che cosa ci fosse dietro le porte del Vaticano. Questo tour mi ha finalmente fatto conoscere una realtà che da tutta la vita mi incuriosiva.
Roberto R.
Roberto R.
Roma in un giorno
Leggi Tutto
Senza affaticarci abbiamo potuto vedere in una sola giornata tutti i più famosi scorci di Roma, riconoscendo anche molti luoghi visti nei grandi film del cinema italiano. Una giornata che suggerirei di fare a chiunque vada a Roma.
Cristina C.
Cristina C.
Foro e Palatino
Leggi Tutto
Il Colosseo lo conosciamo tutti, ma forse conosciamo meno il Foro Romano e il Palatino. Camilla ha un modo perfetto di farti "viaggiare" nella Roma Imperiale, tra dati storici, curiosità, segreti... Una giornata non solo splendida, ma anche utile, molto utile!
Luigi Z.
Luigi Z.
Da insegnante vi dico: andateci.
Leggi Tutto
Ho insegnato per tutta la vita Storia e Lettere nelle scuole superiori, e pensavo che un tour come quello del Colosseo fosse in grado di dirmi poco, e infatti lo avevo organizzato più che altro per mia moglie e mia figlia. In realtà, questa guida ha saputo illuminare alcuni aspetti della vita dei cittadini dell'Urbe romana che mi erano del tutto ignoti. Su Roma non si sa mai abbastanza.
Emma G.
Emma G.
La Cappella Sistina è un'emozione incredibile
Leggi Tutto
Prima di fare questo tour del Vaticano sapevo che la Cappella Sistina è una delle opere d'arte più importanti e famose del mondo, ma mai avrei immaginato l'emozione che entrare in quel luogo mi ha provocato. Non ci sono parole per descriverla. Grazie Camilla, per la tua guida sapiente e completa.
Mara K.
Mara K.
Che bello il tour delle piazze!
Leggi Tutto
Quando pensiamo alle piazze di Roma immaginiamo sempre quelle più famose, come Piazza di Spagna o Piazza Navona. Ma chi non è di Roma, come me, spesso non sospetta neanche quanto possano essere belle molte altre piazze di questa città incredibile! Vi consiglio di fare questo tour con la signora Verdacchi, non ve ne pentirete!
Precedente
Successivo

Vuoi inviarmi la tua recensione?

Se hai fatto un tour con me e vuoi far conoscere le tue impressioni, invia la tua recensione.

it_ITITA