Partner ufficiale di

Camilla Verdacchi

Quegli angeli troppo belli per prendere la pioggia

Vi è un’antica parola italiana, entrata con una certa consuetudine nella parlata romanesca: fratta.
La fratta è un luogo impervio, folto di rovi e di sterpi.

Gabriele d’Annunzio, nella sua poesia “La Pioggia nel Pineto”, scrive:
…E andiam di fratta in fratta,
or congiunti or disciolti
(e il verde vigor rude
ci allaccia i mallèoli
c’intrica i ginocchi)…

Oggi esiste una splendida basilica nei pressi di Piazza di Spagna, che ai giorni nostri è nel cuore della città, ma che in epoca medievale era un luogo impervio e ubicato al di fuori del centro abitato, per l’appunto tra le fratte. Ecco il motivo per cui la Basilica di Sant’Andrea delle Fratte porta questo particolarissimo nome.

La Basilica di Sant’Andrea delle Fratte

In essa, accanto all’altare, troviamo due angeli marmorei, opera tarda del grande Gian Lorenzo Bernini

Furono scolpiti intorno al 1669 su commissione di Papa Clemente IX Rospigliosi ed erano destinati a decorare, insieme ad altri otto angeli, l’antico ponte che attraversa il Tevere davanti a Castel Sant’Angelo.

Ponte Sant’Angelo

Di grande effetto scenografico, questi due angeli recanti i simboli della Passione di Cristo, avrebbero dovuto costituire una sorta di corteo celeste lungo il percorso di accesso alla Basilica di San Pietro.

Accadde, però, che il Pontefice li reputasse troppo belli per essere esposti alle intemperie, decidendo di donarli al suo amato nipote, Giacomo Rospigliosi, affinchè li trasportasse a Pistoia, sua città Natale.

Papa Clemente IX in un ritratto di Giovan Battista Gaulli detto il Baciccio o il Baciccia 
Il cardinal Giacomo Rospigliosi, nipote di Clemente IX, in un ritratto di Carlo Maratta

Dopo il loro trasporto a Pistoia, per circa sessant’anni, dei due angeli non si ebbe più alcuna notizia.
Riapparirono, altrettanto misteriosamente, soltanto nel 1729 a Palazzo Bernini.
Il nipote di Gian Lorenzo Bernini, Prospero, li donò alla Basilica di Sant’Andrea delle Fratte, che era dirimpettaia del palazzo di famiglia, e dunque anche parrocchia di riferimento della famiglia stessa.


I due Angeli, meravigliosamente contestualizzati nell’abside di Santa Maria delle Fratte

Ormai da secoli le fratte hanno lasciato il posto alla città, ma l’angelo con la Corona di Spine, e quello con il Titolo della Croce sono ancora lì, con quelle ali fatte di quel marmo al quale nessuno, come Gian Lorenzo Bernini, seppe dare vita e leggerezza.
La loro incredibile bellezza e la loro espressione struggente sono una vera perla incastonata nel centro di Roma.

Gian Lorenzo Bernini, autoritratto

Condividi via

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su skype
Condividi su telegram

Roma ti appassiona? Come ti capisco...
Perchè non esplori i tour che ho preparato per Te?

Alcune recensioni di persone che ho avuto il piacere di guidare nei miei tour

Daniela L.
Daniela L.
Il tour che volevo
Leggi Tutto
Il tour del Colosseo, Foro e Palatino che volevo fare da tanto tempo. Camilla è stata una scelta perfetta. Preparata, cordiale, paziente con le mie moltissime domande. La consiglierò ai miei amici. Grazie Camilla!
Fabio T.
Fabio T.
Interessanti le Piazze di Roma
Leggi Tutto
Io e mia moglie abbiamo fatto con Camilla il tour delle Piazze di Roma. Sebbene all'inizio fossi un po' scettico e avessi preso questo tour su suggerimento di mia moglie, devo dire che si è rivelato spettacolare, e che Camilla è stata una guida semplicemente fantastica.
Gianna B.
Gianna B.
Esplorazione del Vaticano da ricordare
Leggi Tutto
Avevo sempre cercato di immaginare che cosa ci fosse dietro le porte del Vaticano. Questo tour mi ha finalmente fatto conoscere una realtà che da tutta la vita mi incuriosiva.
Roberto R.
Roberto R.
Roma in un giorno
Leggi Tutto
Senza affaticarci abbiamo potuto vedere in una sola giornata tutti i più famosi scorci di Roma, riconoscendo anche molti luoghi visti nei grandi film del cinema italiano. Una giornata che suggerirei di fare a chiunque vada a Roma.
Cristina C.
Cristina C.
Foro e Palatino
Leggi Tutto
Il Colosseo lo conosciamo tutti, ma forse conosciamo meno il Foro Romano e il Palatino. Camilla ha un modo perfetto di farti "viaggiare" nella Roma Imperiale, tra dati storici, curiosità, segreti... Una giornata non solo splendida, ma anche utile, molto utile!
Luigi Z.
Luigi Z.
Da insegnante vi dico: andateci.
Leggi Tutto
Ho insegnato per tutta la vita Storia e Lettere nelle scuole superiori, e pensavo che un tour come quello del Colosseo fosse in grado di dirmi poco, e infatti lo avevo organizzato più che altro per mia moglie e mia figlia. In realtà, questa guida ha saputo illuminare alcuni aspetti della vita dei cittadini dell'Urbe romana che mi erano del tutto ignoti. Su Roma non si sa mai abbastanza.
Emma G.
Emma G.
La Cappella Sistina è un'emozione incredibile
Leggi Tutto
Prima di fare questo tour del Vaticano sapevo che la Cappella Sistina è una delle opere d'arte più importanti e famose del mondo, ma mai avrei immaginato l'emozione che entrare in quel luogo mi ha provocato. Non ci sono parole per descriverla. Grazie Camilla, per la tua guida sapiente e completa.
Mara K.
Mara K.
Che bello il tour delle piazze!
Leggi Tutto
Quando pensiamo alle piazze di Roma immaginiamo sempre quelle più famose, come Piazza di Spagna o Piazza Navona. Ma chi non è di Roma, come me, spesso non sospetta neanche quanto possano essere belle molte altre piazze di questa città incredibile! Vi consiglio di fare questo tour con la signora Verdacchi, non ve ne pentirete!
Precedente
Successivo

Vuoi inviarmi la tua recensione?

Se hai fatto un tour con me e vuoi far conoscere le tue impressioni, invia la tua recensione.

it_ITITA